Accesso ai servizi

COME FARE PER

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' - Tipizzata

Descrizione:
Questo archivio informatico contiene gli elementi normativi relativi alla presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività Tipizzata, prevista dall'articolo 22 del D.P.R. 06/06/2001 n. 380 s.m.i., nonché gli adempimenti necessari per le procedure.

Come Fare:
Sono realizzabili mediante Segnalazione Certificata di Inizio Attività di cui all'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, nonché in conformità alle previsioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia: - Gli interventi di manutenzione straordinaria, qualora riguardino le parti strutturali dell'edificio; - Gli interventi di risanamento e restauro conservativo, qualora riguardino parti strutturali dell'edificio; - gli interventi di ristrutturazione edilizia, diversi da quelli indicati nell'art. 10, comma 1 lettera c) D.P.R. 380/01 e s.m.i.; - varianti al permesso di costruire che non incidono sui parametri e che non configurano variazioni essenziali.

Informazioni specifiche:
Nel caso in cui la SCIA riguardi interventi per i quali sono necessari altri titoli abilitativi occorre riferirsi ai contenuti di cui alla sottosezione 1.2. della sezione II dell'allegato A al Decreto Legislativo 25 novembre 2016 n. 222.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Tecnico Edilizia Privata (vedi dettaglio e orario di apertura)

Quando:
In applicazione ai contenuti di cui all'articolo 22, l'interessato trasmette all'amministrazione comunale la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), in modalità MUDE e mediante un tecnico abilitato, il quale attesta che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e alle normative di settore.

Tempistica:
La segnalazione produce effetti immediati, fatta salva l'acquisizione degli eventuali altri titoli abilitativi soprammenzionati.

Riferimenti Normativi:
Articolo 22 del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 s.m.i. D. lgs 25 novembre 2016 n. 222

Riferimenti Normativi Locali:
Per riferimenti alle discipline locali occorre consultare le sezioni "Piano Regolatore" e "Regolamenti". Di seguito sono riportati i prospetti i quali, a seconda della casistica e delle natura dell'intervento, indicano i dati necessari per una corretta presentazione della segnalazione.

Documenti allegati:
File pdfManutenzione Straordinaria (pesante) di cui all'art. 3 comma 1 lett. b) (327,9 KB)
Articolo 22 comma 1 lettera a) - Qualora gli interventi riguardino parti strutturali dell'edificio
File pdfRestauro e Risanamento Conservativo (pesante) di cui all'art. 3 comma 1 lett. c) (341,07 KB)
Articolo 22 comma 1 lettera b) - Qualora l'intervento riguardi parti strutturali dell'edificio
File pdfRistrutturazione Edilizia (leggera) di cui all'art.3 comma 1 lett.d) (259,16 KB)
Ristrutturazione Edilizia Semplice o Leggera - Interventi diversi da quelli indicati nell'articolo 10, comma 1 lettera c)
File pdfVarianti in corso d'opera a permessi di costruire (200,29 KB)
Articolo 22 commi 2 e 7 - Varianti che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non modificano la destinazione d'uso e la categoria - Variante che si salda all'iter del permesso originario (anche per la scadenza di fine lavori)
File pdfVarianti in corso d'opera che non presentano i caratteri delle variazioni essenziali (252,28 KB)
Articolo 22 comma 2 bis - A condizione che siano conformi alle prescrizioni urbanistico-edilizie e siano attuate dopo l'acquisizione degli eventuali atti di assenso prescritti dalle normative di settore.
File wordRelazione Asseverata (204,5 KB)
Modello base