Accesso ai servizi

Lunedì, 02 Novembre 2020

CREVOLADOSSOLA DIVENTA SMART CON LA RETE PUBBLICA A BANDA ULTRA LARGA



CREVOLADOSSOLA DIVENTA SMART CON LA RETE PUBBLICA A BANDA ULTRA LARGA


CREVOLADOSSOLA DIVENTA SMART CON LA RETE PUBBLICA A BANDA ULTRA LARGA

Completato il cablaggio di Open Fiber che ha interessato circa 2300 unità immobiliari. Gli interventi rientrano nel piano #BUL di Infratel

Una nuova infrastruttura interamente in fibra ottica attraversa il territorio comunale di Crevoladossola e abilita, sin da oggi, servizi digitali di ultima generazione per cittadini e imprese. Open Fiber ha infatti ultimato il cablaggio di quasi 2300 unità immobiliari del comune di Crevoladossola, che possono già beneficiare di una rete ultramoderna capace di assicurare velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. Open Fiber è la società concessionaria dei bandi pubblici di Infratel per la copertura delle aree bianche del Paese, e porterà la banda ultra larga in più di 1000 comuni del Piemonte. L’opera, finanziata anche dalla Regione Piemonte, rimarrà di proprietà pubblica mentre Open Fiber ne curerà la manutenzione e la gestione per i prossimi 20 anni.

Nel comune di Crevoladossola la rete FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa) si sviluppa per circa 29 chilometri e collega circa 2300 unità immobiliari con la fibra ultraveloce. Grazie al coordinamento con gli uffici tecnici comunali, sono state riutilizzati infrastrutture e cavidotti esistenti per quasi il 70% del progetto, fattore che ha consentito di minimizzare l’impatto ambientale sul territorio. Sono state raggiunte tutte le frazioni del comune tranne il centro di Crevola, non interessato dal piano pubblico #BUL in quanto oggetto di intervento di operatori privati.

“È un’opera fondamentale per dare competitività al nostro territorio – sottolinea Giorgio Ferroni, Sindaco del comune di Crevoladossola - che ci permette di stare al passo coi tempi, proiettandoci così verso la moderna digitalizzazione con connettività ad alta velocità. Negli ultimi mesi, caratterizzati dalla pandemia di Covid-19, abbiamo sperimentato con mano la necessità di disporre di reti performanti e sicure per lavorare da casa in smart working, ma anche per consentire ai nostri studenti di poter seguire le lezioni sfruttando le piattaforme della didattica a distanza. La rete raggiunge circa il 75% del territorio, nella restante parte siamo in attesa del completamento dei lavori di operatori privati. Nell’ambito del piano #BUL di Open Fiber sono stati connessi anche diversi edifici di pubblico interesse, come le Scuole primarie di Preglia e Caddo, la Scuola media Casetti”.

I servizi abilitati dalla fibra FTTH sono numerosi e si estendono ad ambiti come l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing, lo streaming online di contenuti in HD e 4K e l’accesso ai servizi avanzati della Pubblica Amministrazione.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati “È importante ricordare che, qualora i cittadini vogliano richiedere l’attivazione, dovranno rivolgersi a uno degli operatori partner di Open Fiber (openfiber.it/servizi-operatori/operatori-partner/) e scegliere il piano tariffario preferito per cominciare a navigare sul web – conclude il Sindaco Giorgio Ferroni”. 

Si informa, inoltre, che è in fase di attivazione anche la fibra con tecnologia FTTC di Tim che coprirà anche il centro di Crevola.