Ti trovi in:  Guida al paese

Stampa Stampa

GUIDA TURISTICA

Le Cave

Le Cave


Le cave oggi costituiscono la primaria risorsa del territorio che fino agli inizi del 1900 basava la propria economia sull’agricoltura e l’allevamento, prova ne sono i terrazzamenti (sostign) dai quali oggi si comprende a fatica la destinazione d’uso, salvo trovarvi conficcati nel terreno i “culogn”, cioè gli spaccati di beola che servivano a reggere le travi per i filari dei vigneti. Il catasto agrario del 1920 contava in Crevola 132 ettari di vigneti; solo 63 ettari sono oggi in tutta la provincia del VCO.
La cava più importante, anche sotto il profilo storico è quella di Lorgino (sopra l’abitato di Villa dell’Oro) dalla quale si ricava una dolomia bianca, definita impropriamente da sempre “il marmo bianco di Crevola”, molto noto non solo in Ossola. La dolomia proveniente dal giacimento, sfruttato già al tempo dei romani, è stata nei secoli impiegata in grandi opere: la costruzione in epoca romana della chiesa di Crevola; il rifacimento del Duomo di Pavia; le colonne dell’Arco della Pace di Milano; i restauri della Basilica Ambrosiana di Milano e della parrocchiale di Monza.
Nel Comune di Crevoladossola si estraggono anche “beole” e “serizzi” molto apprezzati anche all’estero. Sul territorio, legate all’estrazione, aziende lavorano la materia producendo semilavorati e prodotti finiti per l’edilizia, l’arredo urbano, l’arredamento civile e l’arte funeraria, occupando manodopera qualificata.







Comune di Crevoladossola, Via Valle Antigorio, 16
28865 Crevoladossola (VB) - Telefono: 0324-239100 Fax: 0324-239123
C.F. 00421680034 - P.Iva: 00421680034
E-mail: protocollo@comune.crevoladossola.vb.it   E-mail certificata: crevoladossola@pec.it